Tapas a Madrid, un’esperienza gastronomica unica – itMadrid

itMadrid

Cibo Cosa fare Cultura

Tapas a Madrid, un’esperienza gastronomica unica

Tapas A Madrid

Las tapas rappresentano una delle caratteristiche principali della gastronomia e della cultura di Madrid e, in genere, di quella spagnola. Altro non sono che delle piccole quantità di cibo che vengono servite nei bar per accompagnare un drink. In Spagna è molto comune ir de tapas o tapear (“andare per/mangiare tapas”): si tratta di una tradizione che consiste nell’andare di bar in bar allo scopo di mangiare e bere (di solito birra o vino). Andare per tapas è sinonimo di uscire con gli amici per divertirsi; e, inoltre, è una maniera piacevole per socializzare.

Le origini delle tapas

L’origine di questa tradizione non è molto chiara ed esistono varie spiegazioni. Alcuni ritengono che questa abitudine sia nata dall’interesse economico dei proprietari delle osterie, che mettevano del cibo salato (ad esempio prosciutto o salumi vari) in modo tale che il cliente potesse chiedere più bevande per dissetarsi. Altri pensano che le tapas siano nate dall’usanza delle osterie di coprire i bicchieri o le caraffe con una fetta di pane, per impedire che polvere o insetti vi entrino (dal verbo tapar,che significa ‘tappare’, ‘coprire’, appunto).

Tapas A Madrid Cream
Fonte: Imagen de Hamom Domingues en Pixabay

Un’altra spiegazione vede protagonisti, invece, los Reyes Católicos (i Re Cattolici Isabella di Castiglia e Ferdinando di Aragona). Essi, a quanto pare, costringevano a servire cibo con bevande, in modo che le persone non si ubriacassero facilmente, e che fossero, dunque, evitati alterchi. Qualunque sia l’origine, le tapas sono conosciute in tutto il mondo e sono un elemento essenziale della cultura spagnola. E sono divenute così importanti che, addirittura, vengono indetti dei concorsi annuali (come quello di San Sebastián o Valladolid) per selezionare le migliori tapas dell’anno.

Tapas: esperienza gastronomica e culturale unica nella capitale

L’ora dell’aperitivo e delle tapas è parte integrante e fondamentale della cultura di Madrid. I bar si riempiono, i camerieri scorrazzano da una parte all’altra con i vassoi pieni, i rubinetti spillatori di birra non reggono e, dalle cucine, vengono fuori sempre più tapas. Un’esperienza da vivere al meglio lungo il miglior percorso di tapas di Madrid e, soprattutto, da assaporare.
Ir de tapas a Madrid è una di quelle situazioni che tutti coloro che visitano la capitale spagnola devono vivere. Non solo per scoprire la gastronomia locale, ma, in egual misura, per lasciarsi contagiare dalla vitalità che si respira. Il cameriere che grida le ordinazioni, la faccia di chi prova per la prima volta quella pietanza dal sapore unico, il via vai di persone che entrano ed escono dai locali… È una scena peculiare, da non perdere!

Tapas A Madrid Tortilla
Fonte: Imagen de Floriana Tatar en Pixabay

Ma perché le tapas sono così famose in tutto il mondo? Perché rappresentano la porzione di cibo perfetta per provare pietanze diverse e, al contempo, rimanere ancora affamati per un altro giro. Tra le tapas classiche a Madrid si annoverano le gustosissime patatas bravas (spicchi di patate fritte con salsa piccante), tortilla de patatas (tipica frittata di patate spagnola), crocchette, formaggi stagionati o salumi iberici. Le bevande che solitamente accompagnano le tapas sono: la sangría, la caña, un bicchiere alto e stretto da 20 cl di birra; vino, servito in bicchiere o in un chato (bicchiere largo e basso); vermut, un vino bianco e dolciastro, con erbe e spezie macerate. Nei bar più tradizionali viene servito alla spina.

Consigli per ottimi giri di tapas a Madrid

Per iniziare questo cammino autentico, quale miglior punto di partenza del Kilometro Zero, situato nella Puerta del Sol? Una piazza esuberante dove farsi fotografare sotto la statua dell’Orso e del Corbezzolo; dove fare una prima tappa per un aperitivo a ritmo di jazz, blues o swing e ballare prima di continuare questo tradizionale percorso di tapas attraverso Madrid. Prossima tappa: Malasaña, culla della Movida degli anni Ottanta. Il quartiere, situato tra la Gran Vía, San Bernardo, Fuencarral e Carranza, è stato proclamato territorio hipster della capitale. Atmosfera d’avanguardia, tra barbe incolte e biciclette, fatta di negozi, hotel, bar vecchio stile e locali chic dove degustare tapas. Risalendo, si fa tappa a La Pescadería.

Tapas A Madrid Bar
Fonte: Imagen de LEEROY Agency en Pixabay

Questo locale, che prende il nome dall’attività che ha ospitato per anni prima di diventare un ristorante, è specializzato in cucina tradizionale spagnola (qui, servono le migliori patatas bravas di tutta Madrid). Attraversando la Gran Vía, ci si avvicina al Barrio de las Letras. Qui è dove vissero figure importanti dell’età dell’oro, come Cervantes. Tra librerie, conventi, teatri, musei, si trova uno dei luoghi più emblematici: Lamucca de Prado. Questo locale, che un tempo ospitava il mitico Café del Prado, propone un menù vario e ricco di opzioni. Si prosegue la passeggiata verso Chamberí e il Barrio de Salamanca, altre tappe imperdibili, nonché principali centri della vita economica della capitale. Per le tapas, vi sono qui varie proposte: tra una buona selezione di vini, si possono gustare cozze al vapore e peperoni verdi, che alimentano la sete e la voglia di continuare il giro turistico di tapas attraverso Madrid.

Tapas a Madrid, un’esperienza gastronomica unica ultima modifica: 2021-06-30T09:00:00+02:00 da Rossana Rosa Di Grazia

Commenti

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top